Caro Babbo Natale, quest’anno per Natale vorrei…

Caro Babbo Natale,

dato che sono stata una bambina tanto tanto buona e che mi sono tanto stressata senza lamentarmi.
e ho avuto tanta tanta tanta (infinitamente tanta) pazienza.
e sono stata perseverante. tanto perseverante.

adesso ti chiedo, come tutti i bambini buoni, i regali di Natale.

quest’anno per Natale vorrei, prima di tutto, che mi permettessi i tre puntini di sospensione.
Babbo, dai, non sono così brutti. a me sono sempre piaciuti, gli sono affezionata e cci voglio bene.
e pure i punti esclamativi multipli, qualche volta.
loro sono tanto buoni e carini, non così antipatici come li dipingono tutti.


!!!

vorrei l’aiped e un sacco di soldi per comprare vestiti.
in realtà vorrei un sacco di soldi e basta.
perché è bello chiedere una borsetta con dentro che basta alla fame nel mondo e alle guerre, e che i politici siano onesti e il riscaldamento globale che deve finire e meno tasse e più facile il lavoro per tutti.
ma tu sei Babbo Natale, mica Gesù.
e io sono Chiara, non Santa Chiara.

quest’anno per Natale vorrei che il mio capo non fosse l’ignorante che è, e che il supercaposupremo non fosse sempre così imbronciato e cattivo, e che possano darmi un po’ più di soldi al mese, nello stipendio.
regala loro un cervello, un cuore e il coraggio.
e una strada di mattoni gialli per raggiungere il mago di Oz.
l’importante è sempre che io abbia le mie scarpette rosse per sbattere  i tacchi non appena ho voglia di andare casa.
(clop! clop clop! clop clop clop!!)

in realtà, Babbo Natale, per Natale vorrei mantenere il mio lavoro.
già questo andrebbe bene.

Babbo Natale, per favore. quest’anno per Natale vorrei un sacco di tempo.
un sacco di tempo libero.
un sacco di tempo per poltrire, che se poltrissi di più poi avrei più voglia anche di cucinare e di pulire la casa.
un sacco di tempo per stare col mio fidanzato. che se avessimo più tempo faremmo tante più cose, invece che poltrire e fare sesso. e soprattutto faremmo molto più sesso.
un sacco di tempo per stare coi miei amici, che anche se loro pensano che non ci voglio più bene, io ci voglio un sacco di bene e li penso sempre. e non mi devono odiare. ma io faccio gli straordinari. tanti straordinari.
un sacco di tempo per scrivere le mie cose, che magari, se l’altro libro che ho scritto fa schifo, provo a scriverne un altro e forse mi viene meglio.
un sacco di tempo per partire e vedere posti nuovi. che se mi regali i soldi che ti ho chiesto, poi posso farle queste cose qui.
un sacco di tempo per dormire. che se dormissi di più sarei meno stanca. e avrei più voglia di uscire, più voglia di fare altre cose che non siano poltrire. più voglia di scrivere. più voglia di pulire la casa. più voglia di stare coi miei amici. e con la gente. più voglia di cucinare. più voglia, in genere.
Babbo Natale, creiamo un giorno in più nella settimana. un giorno che si aggiunge al week end. creiamo il plutedì o il nettunedì. scegli tu.

caro Babbo Natale,
ti svelo un segreto.
in realtà quest’anno, per Natale, vorrei solo un po’ più di serenità.
e non pensare che, probabilmente, sono la peggiore scrittrice dell’universo.

Chiara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...